Background Image

Pavimenti in vinil amianto

Bonifica pavimenti vinil amianto

Nei decenni dagli anni ’60 agli ’80 si è verificato un largo utilizzo di pavimenti in vinil amianto (VA) impropriamente detto linoleum amianto, a causa del basso costo del materiale e la rapida posa. In particolare lo si può trovare all’interno di edifici pubblici, scuole, ospedali e anche alloggi popolari. Questo materiale è costituito da una miscela di resine di PVC, copolimeri, leganti inorganici, pigmenti e amianto.

Come riconoscere il vinil amianto?

Se non si è sicuri sul tipo di pavimento linoleum amianto utilizzato nei vostri ambienti, il consiglio è di richiedere un'analisi di laboratorio. In alternativa si possono seguire delle indicazioni per effettuare una prima verifica superficiale prima di richiedere l'aiuto di un'azienda specializzata nella bonifica del vinil amianto: è da tenere in considerazione infatti che il vinil amianto è stato prodotto per lo più in piastrelle di piccole medie dimensioni, dai 20 ai 40 cm circa, e nella parte sottostante spesso è stata collocata della juta.

Di per sé, se intatto e ben mantenuto, il pavimento in vinil amianto pare che non presenti grande pericolosità per l’uomo e l’ambiente, tuttavia può essere che nelle operazioni di lucidatura con spazzole abrasive vengano liberate delle fibre di amianto, così come in caso di deterioramento. È per questo che divengono necessarie delle operazioni di bonifica dei pavimenti in vinil amianto, che possono essere di due tipologie: confinamento o rimozione. Trattandosi di una superficie liscia e calpestabile, l’incapsulamento infatti non risulta possibile, poiché i prodotti impregnanti usati per legare le fibre con la matrice non assolverebbero la loro funzione.

Smaltimento linoleum amianto

In entrambi i casi sopra elencati, ESSE A3 è a disposizione per rendere l’ambiente sicuro con la massima maestria. Il confinamento consiste nell’applicazione di un nuovo pavimento, incollato sopra a quello in vinil amianto, con lo svantaggio che il materiale nocivo e carcerogeno rimane, poiché viene solamente “sepolto”; in caso di rimozione il problema viene invece risolto definitivamente, anche se con costi e sforzi superiori.

Desideri ricevere un preventivo gratuito?
Contattaci!