Impermeabilizzazione con poliurea a spruzzo

Tra i servizi offerti da Esse A3 in campo edile è da ricordare l’impermeabilizzazione con poliurea a spruzzo.

Si tratta di una resina bicomponente che si annovera nella famiglia delle “impermeabilizzazioni continue con Elastomeri Poliuretanici”. Questa tecnologia si basa sulla chimica di reazione dei sistemi bicomponenti applicati a caldo, attraverso l’impiego di pompe bi-mixer.

In pratica la poliurea crea uno strato di impermeabilizzazione continuo (senza giunture) di 2mm e altamente duraturo, in grado di proteggere coperture con problemi di infiltrazione, laddove il rifacimento è difficile e complesso.

Le prime applicazioni avvennero alla fine degli anni ottanta negli Stati Uniti, ma si diffusero presto nel resto del mondo, specialmente in Asia, soprattutto come strato protettivo della schiuma poliuretanica. In Europa il mercato della poliurea si sta sviluppando solo negli ultimi anni.

Sono molti i vantaggi della poliurea:

  • Rapida reattività, reticolazione e messa in servizio (si indurisce in 3/5 secondi);
  • Alta resistenza chimica e meccanica;
  • Resistenza alle alte temperature;
  • Eccellenti proprietà elastiche;
  • Resistenza all‘abrasione e agli urti;
  • Elevata resistenza alla lacerazione;
  • Impermeabilità all’acqua;
  • Applicazione anche su superfici verticali per la sua rapidità di indurimento;
  • Applicazione sulla maggior parte dei supporti.

Poliurea a spruzzo: dove applicarla?

Solitamente i supporti su cui viene eseguito un lavoro di impermeabilizzazione con poliurea a spruzzo sono:

  • Supporti cementizi ed in calcestruzzo armato
  • Metallo
  • Mattonella di gres, Clinker, mattone
  • Legno
  • Geotessile
  • Poliuretano, polistirolo

Il servizio di impermeabilizzazione con poliurea a spruzzo deve essere eseguito da professionisti del settore, in grado di conoscere a fondo le caratteristiche di questi componenti, per poter ottenere un risultato eccellente.

In effetti, ad esempio, è molto importante effettuare dei controlli dell’umidità, per capire se si è nelle condizioni di poter operare o, nel caso di supporti in calcestruzzo, è fondamentale verificare la resistenza allo strappo dello stesso, in quanto la poliurea potrebbe causarne la delaminazione, se molto inconsistente.

Oltre a ciò, è di fondamentale importanza preparare il supporto prima di procedere con le attività di impermeabilizzazione con poliurea a spruzzo, con primer, con levigatura, scarifica, fresatura o pallinatura, in base alla natura dello stesso.

Esse A3 è in possesso dei macchinari adeguati e dispone di personale altamente qualificato per effettuare un servizio di impermeabilizzazione con poliurea impeccabile.

Contattaci per ricevere un sopralluogo ed un preventivo.