Bonifica amianto

Da molti anni ESSE A3 si occupa della bonifica da amianto di siti e beni, a Bergamo e in tutto il nord Italia e in tutti i settori.
La decisione dei metodi di bonifica di materiali contenenti amianto (MCA) è fondamentale e dipende dalla valutazione del rischio che questi materiali arrecano all’ambiente e all’uomo e dall’ambiente in cui si trovano. In base a queste valutazioni si possono verificare tre metodi di bonifica:

  • La rimozione permanente dei materiali contenenti amianto, con totale eliminazione di ogni rischio;
  • L’incapsulamento dei materiali contenenti amianto, sia per una successiva rimozione (messa in sicurezza dei manufatti o installazioni) sia conservativo definitivo (messa in sicurezza duratura nel tempo);
  • Il confinamento dei materiali contenenti amianto, che avviene quando, in seguito all’incapsulamento, si manifestano forti possibilità di danneggiamento delle installazioni, per cui è indispensabile proteggere la superficie del manufatto.

In caso di confinamento o incapsulamento, in seguito alle operazioni di bonifica, è necessario stilare un adeguato piano di manutenzione e controllo delle installazioni così che possa essere costantemente garantita una corretta e funzionale durabilità nel tempo.

Queste le attività e gli ambiti di cui ci occupiamo:

Rimozione Amianto Spruzzato Floccato
Settore industriale
Settore civile
Settore Trasporti
Coibente per tubazioni
Coibente per condotte aria
Pavimenti in vinil amianto
Colla per pavimentazioni
Tubazioni di scarico fognario
Coibente per tiranti strutturali di capannoni
Guarnizioni
Mastice e stucco per finestre
Isolatori elettrici
Ferodi ascensori
Canne fumarie in cemento amianto
Comignoli ed esalatori con amianto
Cemento amianto utilizzato come cassero
Cemento amianto per la creazione di fori o condotte
Bonifica guaina bituminosa con amianto

Questo ambito è regolato dalla seguente principale normativa di riferimento:

  • L. n. 257 del 27.03.92 (Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto)
  • D.M. Sanità del 06.09.94 (Normative e metodologie tecniche di applicazione degli art. 6 e 12 della L. 257/92)
  • D.Lgs. n. 114 del 17.03.95 (Attuazione direttiva CE in materia di prevenzione e riduzione dell’inquinamento dell’ambiente causato dall’amianto)
  • D.M. Sanità del 26.10.95 (Normative e metodologie per la valutazione del rischio, il controllo, la manutenzione e la bonifica dei materiali contenenti amianto presenti nei mezzi rotabili)
  • D.M. Sanità del 14.05.96 (Ampliamento delle normative e delle metodologie tecniche per gli interventi di bonifica, ivi compreso quelli per rendere innocuo l’amianto, previsti dall’art. 5, comma 1, lettera f), delle L. 257/92, recante norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto)
  • D.M. Sanità del 22.08.99 (Ampliamento delle normative e delle metodologie tecniche per gli interventi di bonifica, ivi compreso quelli per rendere innocuo l’amianto, previsti dall’art. 5, comma 1, lettera f), delle L. 257/92, recante norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto)
  • D.Lgs. n. 81 del 09.04.08(Attuazione dell’art. 1 della Legge 03 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro – “Testo unico sulla Sicurezza”)
  • D.Lgs. n. 106 del 03.08.09 (Disposizioni integrative e correttive al D.Lgs. 81/08 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro)